GARNIER Pure Active Intensive 3 IN 1

Versione in italiano un po’ più giù 🙂

The Garnier Pure Active Intensive 3 in 1 is a multifunctional product: it can be used as a daily face cleanser, as a mask or as a scrub. It is more suitable for oily skin and/or for people with black-heads. It contains vegetable charcoal, blueberry extract and salicylic acid (a natural antibacterial) that helps preventing spots and reducing pores and skin imperfections. 

I have been trying it out for more than two months by now and here is what I think about it.

My skin is not particularly oily, but it tends to show quite a few black-heads, especially on nose and chin. So, I used this product as a mask once/twice per week and every other day as a scrub. I did not use it as a facial cleanser, since I think it would have dried out my skin too much.

The consistency of the product is very thick and rich of little esfoliating particles, which however, do not feel too harsh on the skin.

I enjoyed using it as a scrub: my skin feels softer and clearer after every use. I obtain the same result also using it as a mask and leaving it on the skin for about 5 minutes.

The only thing I did not see, though, is a constant result over time: after using it, the skin feels good and the pores look minimised, yet the result does not last very long and I could not notice that much of an improvement in the past two months.

Price: 5,90€ (in Italy)

PROS:

  • Multifunctional
  • Minimises the Pores
  • Slightly Reduces Imperfections
  • Nice Scent
  • Some Ingredients are Very Good for the Skin
  • Price

CONS:

  • The feeling you get on the skin once the product dries out is very annoying: your face feels super tight, you can barely move!
  • May be too harsh on sensible skins
  • You need to keep using it constantly in order to mantain the results for a long time (that is for more than two days)
  • Some ingredients are not good for your skin

In conclusion, I would recommend the Garnier Pure Active Intensive 3 in 1 to people who want immediate and visible results and do not have a particularly sensitive skin. However, I think there are many other options out there for people who want to get a “deeper” cleansing and long lasting results.

 Rating: 6.5/10 

 

DISCLAIMER: This is my personal opinion. If I like or dislike a product it is exclusively because it works/doesn’t work on my skin. This doesn’t mean it will/won’t work on yours. Xxx

*******************

 

Il Garnier Pure Active Intensive 3 in 1 è un gel multifunzione: può essere usato come detergente giornaliero, come scrub o come maschera. È più adatto a persone con pelli grasse o con punti neri. Contiene carbone vegetale, estratto di mirtillo e acido salicilico (un antibatterico naturale), che aiutano a prevenire le impurità e a ridurre pori dilatati e imperfezioni del viso.

Lo sto provando da più di due mesi ormai ed ecco cosa ne penso.

Non ho una pelle particolarmente grassa, ma tendo ad avere molti punti neri, specialmente su naso e mento. Quindi, ho deciso di usare questo gel come maschera una/due volte a settimana e come scrub a giorni alterni. Non l’ho usato come detergente quotidiano perché credo avrebbe potuto seccarmi troppo la pelle.

La consistenza del prodotto è molto densa ed è ricco di micro particelle esfolianti, che però non risultano troppo aggressive sulla pelle.

Mi piace usarlo come scrub: la mia pelle risulta immediatamente più soffice, compatta e pulita dopo ogni utilizzo. Gli stessi risultati li ottengo usando il gel come maschera e lasciandolo in posa per circa 5 minuti.

Una cosa che ho potuto notare, però, è che i risultati tendono a non essere costanti nel tempo: appena dopo l’utilizzo la pelle è più bella e i pori sembrano minimizzati, ma l’effetto non dura a lungo e, comunque, non ho visto un miglioramento considerevole in questi due mesi.

Prezzo: 5,90€

PRO:

  • Prodotto multifunzione
  • Minimizza i pori
  • Riduce leggermente le imperfezioni
  • Buon odore
  • Alcuni ingredienti sono ottimi per la pelle
  • Prezzo contenuto

CONTRo:

  • Odio la sensazione del prodotto sul viso dopo essersi asciugato: la pelle tira tantissimo e si riesce a stento a muovere la bocca!
  • Potrebbe essere troppo aggressivo sulle pelli sensibili
  • Bisogna continuare con un utilizzo costante per mantenere i risultati nel lungo periodo
  • Alcuni ingredienti non sono naturali

In conclusione, consiglierei il gel Garnier Pure Active Intensive 3 in 1 a coloro i quali vogliono ottenere dei risultati immediati e visibili e che non hanno una pelle particolarmente sensibile. Detto ciò, credo che sul mercato ci siano molte altre opzioni per tutte le persone che vogliono invece una pulizia del viso “più profonda” e, soprattutto, duratura.

 Voto: 6.5/10 

DISCLAIMER: Questa è una mia opinione personale. Il fatto che io apprezzi o meno un prodotto dipende solo ed esclusivamente dal mio tipo di pelle. Se un prodotto funziona/non funziona per me, non vuol dire che funzioni/non funzioni anche per voi! Xxx

Alt-J || Ferrara Sotto le Stelle

Versione in italiano un po’ più giù 🙂

June 28th   A few days ago I had the chance to see live this amazing British indie-rock band in a stunning location. AltJ performed in Piazza Castello, during the annual event Ferrara Sotto le Stelle (and they were great!).

​First thing to say, even if the weather wasn’t on our side, the city background did stand out a lot: Ferrara is gorgeous and that night, full of happy people it was even more. The historic centre winds its way into many characteristic alleys, where you can find plenty of places to have an aperifit, eat something or just drink a beer in company.

Back to the point. To be honest I did read some reviews and watched YT videos of the band performing live and they were not as great as one would expect, so I was a bit sceptical at the start. AltJ’s three albums feature a variety of sounds that can really take you to another dimension, I’d say sometimes not really suitable for live performances like this. However, I was gladly surprised that they were absolutely able to reproduce that magical atmosphere even in the middle of an old town square.

I did enjoy some songs more than others of course, but in my humble opinion, the overall performance was great! I would have loved a bit more interaction between them and the audience, but in return, the lighting was exceptional and the choice of the setlist too (exept for the choice of not including the song “Pusher”).

As a final thought, they absolutely deserve to be seen live!

 

**************

 

28 Giugno   Qualche giorno fa ho avuto l’occasione di vedere live questa fantastica band indie-rock inglese in un’ambientazione davvero incredibile. Gli AltJ si sono esibiti in Piazza Castello, in occasione dell’evento annuale Ferrara Sotto Le Stelle (e sono stati fantastici!).

La prima cosa da dire è che, nonostante il meteo non fosse proprio dalla nostra parte, la bellezza della città è riuscita a venire fuori comunque: Ferrara è splendida e quella sera, piena di ragazzi felici (“presibbene”) lo era ancora di più. Il centro storico si dirama in tanti vicoli caratteristici, dove si possono trovare molti locali in cui fare aperitivo, mangiare qualcosa o anche solo bere una birra in compagnia. ​

… ma torniamo al punto. Ad essere sincera, avevo precedentemente letto alcune recensioni e visto alcuni video su YouTube della band esibirsi live e non mi erano sembrati così incredibili come uno ci si aspetta. I loro tre album sono ricchi di tracce e suoni capaci di trasportarti in un’altra dimensione, che a volte non sono adatti a delle performance live di questo tipo. Devo dire, però, che l’esibizione di quella sera mi ha lasciata piacevolmente sorpresa perchè la band è stata in grado di riprodurre quella atmosfera magica anche in un contesto come quello di Piazza castello.

Ho amato alcune canzoni più di altre, ovviamente, ma nella mia modesta opinione, la performance generale è stata fantastica! Mi sarebbe piaciuta un po’ più di interazione tra i musicisti e il pubblico, ma in cambio, il setting e il gioco di luci erano impeccabili e decisamente azzeccate! Così come la scelta delle canzoni da eseguire (fatta eccezione per l’esclusione di “Pusher” dalla setlist).

Pensiero finale, meritano assolutamente di essere visti live! 🙂