A Weekend in Milan: Buildings, Frida & Ghe Sem

Versione in italiano un po’ più giù 🙂

This was the time for a little bit of a “different kind of touristing”. I thank my friend Lucia who spent some time showing me around the Isola/Garibaldi District.

Here are some pictures I took of the BOSCO VERTICALE and some other amazing buildings around (which, by the way, I did not have a clue what they were!).

Just to mention: the Bosco Verticale (literally Vertical Forest) hosts 900 trees, more than 20’000 plants and a wide range of shrubs and floral plants. This vegetal sistem helps the environment, since it produces humidity and oxygen and it absorbs CO2 particles and fine dust. [Source: www.stefanoboeriarchitetti.net

 

Frida

♦ Via Antonio Pollaiuolo 3, Isola, 20159 Milano

We also decided to go for an aperitif to the well-know Frida, in the middle of the Isola District.

It is a cosy and quite peculiar place to drink/eat something and chill with friends. The athmosfere is informal and the prices relatively cheap. From 6pm to 9pm there is a little (but very tasty!) buffet, but it is usually very very crowded.

 

Ghe Sem

Via Vincenzo Monti 26, 20123 Milano

The day after we decided to go for a quick dinner/aperitif and try a revisited version of the Dim Sum (aka RAVIOLI): an Italian twist on the traditional Cantonese cuisine.

I love the idea and all the Dim Sum I tried were honestly very tasty and super high quality. There is a huge variety of good cocktails, but very little choice of beers. That night the place was quite full and there wasn’t enogh staff in my opinion, which made it a long wait.

In general, I liked it, but I think improvements in the menu and choice of beers can be made. Not a super cheap option.

 

************************

Un fine settimana a Milano: Costruzioni, Frida & Ghe Sem

Questo weekend a Milano è stato più che altro all’insegna della scoperta di nuovi quartieri. Ringrazio la mia amica Lucia per avermi portata a fare due passi in Zona Isola.

Vi lascio qui qualche foto che ho scattato del BOSCO VERTICALE e di altri palazzi in zona (pur non avendo la benché minima idea di cosa essi fossero ahah!).

Per Info: il Bosco Verticale ospita ben 900 alberi, più di 20.000 piante e una vasta gamma di arbusti e piante floreali. Questo sistema vegetale aiuta l’ambiente, in quanto produce umidità e ossigeno, assorbe particelle di Co2 e polveri sottili. [Source: www.stefanoboeriarchitetti.net

 

Frida

♦ Via Antonio Pollaiuolo 3, Isola, 20159 Milano

Abbiamo deciso poi di andare a fare aperitivo nel super-conosciuto Frida, sempre in Zona Isola.

È decisamente un posto carino e molto particolare per bere e mangiare qualcosa in buona compagnia. L’atmosfera è informale e i prezzi relativamente bassi. Dalle 18 alle 21 c’è un piccolo (ma gustoso!) buffet da cui potersi servire per accompagnare il drink. Solitamente, come potete immaginare, il posto si riempie molto molto facilmente.

 

Ghe Sem

Via Vincenzo Monti 26, 20123 Milano

Il giorno dopo è stata la volta di una versione rivisitata dei Dim Sum (aka RAVIOLI): un twist italiano alla cucina Cantonese tradizionale.

Adoro l’idea di prendere un classico della cucina orientale e “italianizzarlo” con ingredienti locali. Tutti i Dim Sum che ho provato erano squisiti e la qualità era davvero ottima. C’è un’ampia scelta di cocktail da poter abbinare, ma davvero poca scelta per quanto riguarda le birre. Quella sera, inoltre, il locale era pieno e non c’era abbastanza personale a mio parere, il che ha causato una lunga attesa prima del servizio.

In generale mi è piaciuto, ma si possono sicuramente apportare dei miglioramenti per quanto riguarda il menù e la varietà di birre da proporre. Specialmente perché non si parla di un posto super economico dove cenare.

A Weekend in Milan: Museo del Novecento & Crazy Cat Café

Versione in italiano un po’ più giù 🙂

The more I visit this city, the more I realise that I would actually love living here.

This week I spent a few days in the “grey Milan”, at least that’s how some people call it. I do not agree!

Every time I go, I always try to look for some new places to visit.

This was the time for the Twentieth Century Museum, as a cultural visit of course, and for the Crazy Cat Café, as a different place to go and eat something (equally important, in my opinion 🙂).

Museo del 900 (Twentieth Century Museum)

Right beside the Duomo. It is definetely one of the richest museums I have ever visited, in terms of number of works. The Permanent Collection follows a chronological path from the beginning of the XX Century with Futurism, up to the 1970’s, having about 400 exhibited pieces.

Here there are a few pictures I took.

Umberto Boccioni, Stati d’animo Serie I.
Piero Manzoni, Achrome.
Mario Merz, Zebra (Fibonacci).
View of the Duomo from the Sala Fontana (fontana’s Room).

Temporary Exhibition: NEW YORK NEW YORK
Italian Art: rediscovering America
FROM 13 APRIL 2017 TO 17 SEPTEMBER 2017

The Crazy Cat Cafè

For a cat lover like me, this place is pure heaven. It is basically a themed cafè, the first in Lombardia I believe, that takes its inspiration from the popular Japanese cat cafès. The main attraction here are obviously cats, that can be watched and cuddled as long as you want, though respecting a few basic “cat rules”, that are written on every table.


Cats are free to run and jump on every chair, sofa or even table ♥

The atmosphere is enjoyable, the place is nice and very welcoming.

During the weekend there is the possibility to go for a brunch (11am-15pm), with several different options, very tasty! However, as one can imagine, since it is a very peculiar place to go, booking is always highly recommended. You can easily and quickly do it from their website.

WHERE: Via Napo Torriani 5, 20124 Milan

***********

Più visito questa città, più mi rendo conto di quanto in realtà mi piacerebbe viverci.

Questo weekend l’ho trascorso in quella che alcuni chiamano la “grigia Milano”. Anche se personalmente non condivido affatto questo triste attributo!

Ogni volta che vado a Milano, cerco di visitare sempre dei posti nuovi, sia dal punto di vista culturale, che per l’appagamento della gola (cosa altrettanto importante, a mio parere 🙂).

Questa è stata la volta del Museo del 900 e del Crazy Cat Café.

Museo del 900 

Proprio accanto al Duomo, all’interno della costruzione del Palazzo dell’Arengario. Il Museo del 900 è decisamente uno dei musei più “ricchi” che io abbia visitato, dal punto di vista della completezza e del numero di opere esposte. La Collezione Permanente segue un percorso cronologico, che va dall’inizio del XX secolo con il Futurismo, fino agli anni ’70, con ben circa 400 pezzi d’arte esposti nella struttura.

Qui ci sono alcune foto che ho scattato in quel giorno.

Umberto Boccioni, Stati d’animo Serie I.
Piero Manzoni, Achrome.
Mario Merz, Zebra (Fibonacci).
Vista del Duomo dalla Sala Fontana.

Esposizione Temporanea: NEW YORK NEW YORK
Arte italiana: alla riscoperta dell’America
DAL 13 APRILE 2017 FINO AL 17 SETTEMBRE 2017

Il Crazy Cat Cafè

Per gli amanti dei gatti- come me -questo posto è davvero il paradiso in terra. Si può definire come un bar/caffè a tema, il primo in Lombardia se non vado errata, che prende ispirazione dai più famosi caffè giapponesi, in cui i protagonisti principali sono ovviamente i gatti. Con loro ci si può giocare, si possono accarezzare e anche fotografare (senza flash!) per tutto il tempo che si vuole, a patto che si rispettino alcune “meow-regole”, che si trovano scritte su tutti i tavoli.


I gattini (o gattoni in realtà) sono lasciati liberi di girovagare nel locale, salire su sedie, divani e anche tavoli ♥

L’atmosfera è assolutamente piacevole, anche grazie ad una delle regole gattose che incita a mantenere un tono di voce pacato, per non disturbare i micini che dormono. Il posto è molto carino, accogliente e curato.

Nei weekend c’è la possibilità di fare il brunch (dalle ore 11 alle ore 15), con diverse opzioni tra cui scegliere, tutte molto gustose! Detto ciò, come ci si può immaginare, considerata l’originalità del posto, la prenotazione è sempre consigliata. Si può fare anche direttamente dal loro sito, con pochi click.

DOVE: Via Napo Torriani 5, 20124 Milano