A Weekend in Milan: Museo del Novecento & Crazy Cat Café

Versione in italiano un po’ più giù 🙂

The more I visit this city, the more I realise that I would actually love living here.

This week I spent a few days in the “grey Milan”, at least that’s how some people call it. I do not agree!

Every time I go, I always try to look for some new places to visit.

This was the time for the Twentieth Century Museum, as a cultural visit of course, and for the Crazy Cat Café, as a different place to go and eat something (equally important, in my opinion 🙂).

Museo del 900 (Twentieth Century Museum)

Right beside the Duomo. It is definetely one of the richest museums I have ever visited, in terms of number of works. The Permanent Collection follows a chronological path from the beginning of the XX Century with Futurism, up to the 1970’s, having about 400 exhibited pieces.

Here there are a few pictures I took.

Umberto Boccioni, Stati d’animo Serie I.
Piero Manzoni, Achrome.
Mario Merz, Zebra (Fibonacci).
View of the Duomo from the Sala Fontana (fontana’s Room).

Temporary Exhibition: NEW YORK NEW YORK
Italian Art: rediscovering America
FROM 13 APRIL 2017 TO 17 SEPTEMBER 2017

The Crazy Cat Cafè

For a cat lover like me, this place is pure heaven. It is basically a themed cafè, the first in Lombardia I believe, that takes its inspiration from the popular Japanese cat cafès. The main attraction here are obviously cats, that can be watched and cuddled as long as you want, though respecting a few basic “cat rules”, that are written on every table.


Cats are free to run and jump on every chair, sofa or even table ♥

The atmosphere is enjoyable, the place is nice and very welcoming.

During the weekend there is the possibility to go for a brunch (11am-15pm), with several different options, very tasty! However, as one can imagine, since it is a very peculiar place to go, booking is always highly recommended. You can easily and quickly do it from their website.

WHERE: Via Napo Torriani 5, 20124 Milan

***********

Più visito questa città, più mi rendo conto di quanto in realtà mi piacerebbe viverci.

Questo weekend l’ho trascorso in quella che alcuni chiamano la “grigia Milano”. Anche se personalmente non condivido affatto questo triste attributo!

Ogni volta che vado a Milano, cerco di visitare sempre dei posti nuovi, sia dal punto di vista culturale, che per l’appagamento della gola (cosa altrettanto importante, a mio parere 🙂).

Questa è stata la volta del Museo del 900 e del Crazy Cat Café.

Museo del 900 

Proprio accanto al Duomo, all’interno della costruzione del Palazzo dell’Arengario. Il Museo del 900 è decisamente uno dei musei più “ricchi” che io abbia visitato, dal punto di vista della completezza e del numero di opere esposte. La Collezione Permanente segue un percorso cronologico, che va dall’inizio del XX secolo con il Futurismo, fino agli anni ’70, con ben circa 400 pezzi d’arte esposti nella struttura.

Qui ci sono alcune foto che ho scattato in quel giorno.

Umberto Boccioni, Stati d’animo Serie I.
Piero Manzoni, Achrome.
Mario Merz, Zebra (Fibonacci).
Vista del Duomo dalla Sala Fontana.

Esposizione Temporanea: NEW YORK NEW YORK
Arte italiana: alla riscoperta dell’America
DAL 13 APRILE 2017 FINO AL 17 SETTEMBRE 2017

Il Crazy Cat Cafè

Per gli amanti dei gatti- come me -questo posto è davvero il paradiso in terra. Si può definire come un bar/caffè a tema, il primo in Lombardia se non vado errata, che prende ispirazione dai più famosi caffè giapponesi, in cui i protagonisti principali sono ovviamente i gatti. Con loro ci si può giocare, si possono accarezzare e anche fotografare (senza flash!) per tutto il tempo che si vuole, a patto che si rispettino alcune “meow-regole”, che si trovano scritte su tutti i tavoli.


I gattini (o gattoni in realtà) sono lasciati liberi di girovagare nel locale, salire su sedie, divani e anche tavoli ♥

L’atmosfera è assolutamente piacevole, anche grazie ad una delle regole gattose che incita a mantenere un tono di voce pacato, per non disturbare i micini che dormono. Il posto è molto carino, accogliente e curato.

Nei weekend c’è la possibilità di fare il brunch (dalle ore 11 alle ore 15), con diverse opzioni tra cui scegliere, tutte molto gustose! Detto ciò, come ci si può immaginare, considerata l’originalità del posto, la prenotazione è sempre consigliata. Si può fare anche direttamente dal loro sito, con pochi click.

DOVE: Via Napo Torriani 5, 20124 Milano